"Spingi e respira"

Data: 
Domenica, 16 Febbraio, 2020 - 19:00

Spingi e Respira è un racconto teatrale in prima persona ambientato nel mondo del ciclismo. E' una gara, contro avversari in carne e ossa come il bellissimo e seguitissimo Campione che vuole la strada libera in discesa ma anche contro rivali meno solidi ma altrettanto temibili come la paura, il dolore e la rabbia e a tratti contro se stessi. E' un viaggio nella memoria e nelle speranze di un uomo che solo nell'equilibrio precario della sua bicicletta riesce ad "avere le parole e i gesti giusti" per spiegare agli altri la sua visione della vita e delle strade che la percorrono. Spingi e respira è il modo che trova un padre per insegnare a suo figlio ad essere uomo, con vittorie, sconfitte, cadute e "rialzate" sempre senza smontare dalla bicicletta perché "puoi smettere di correre ma non di pedalare". E' la dichiarazione d'amore ad una donna indipendente e decisa con gambe così belle che a guardarle le faresti vincere la corsa per avercele davanti e che come solo certe salite ti fa puntare in alto direttamente al cielo senza mettere mai i piedi per terra. Ed è anche il saluto e il tributo a Fiorenzo Magni, Il Leone delle Fiandre, scomparso poco prima del debutto dello spettacolo. Campione del ciclismo e maestro che ha fatto della sua vita sportiva, e non solo, esempio di come la passione e la volontà creino eroi e come a volte perdere sia la lezione più importante perché la vita prima o poi ti restituisce tutto. "Alcuni pensano che per far andare una bicicletta sia sufficiente pigiare sui pedali - A qualcuno forse potrà bastare, ma non sa cosa si perde."

SPINGI E RESPIRA
di e con Lorenzo Praticò
con il patrocinio della Federazione Ciclistica Italiana
Domenica 16 Febbraio ore 19:00
Osservatorio sulla ndrangheta