Sebastià Badia i Cerdà

Data: 
Giovedì, 12 Maggio, 2016 - 10:00 to Domenica, 12 Giugno, 2016 - 20:00
Tipo: 
Mostra

Nella storia della scultura catalana moderna, occupa un posto distinto tra gli artisti che, dopo la guerra civile ha dato continuità alla scuola brillante della scultura classica che è emerso alla luce del periodo novecentista (1930-1936) spazio. Bay era il discepolo più fedele di Manolo Hugué, testimone da meno nel corso degli ultimi sedici anni del grande scultore. Quando scoppiò la guerra, Sebastian Bay aveva vent'anni, questa circostanza ha costretto l'artista a interrompere la formazione scultorea e continua la sua carriera da solista. Una volta finita la guerra, l'artista ha iniziato nel modo di statuaria religiosa, il suo primo lavoro era il Cristo di Castelló d'Empúries. Dopo il successo di questo Cristo 1943 Bay ha fatto la sua prima mostra personale a Barcellona, l'evento è stato presentato da Manolo Hugué. A quel tempo, Sebastian ancora ricevuto una grande influenza dello stile di Manolo nonostante obiettivo per uno stile più personale, non è stato fino alla morte di Manolo nel 1945, la scultura di Bahia non accada radicalmente diversa, dirigendosi verso una scultura più freddo, più volumetrico e architettonico meno pacifica e naturalista. In questo momento, Bay ha cominciato a godere di un periodo di pienezza, ricevendo numerose commissioni e riconoscimento istituzionale.
Nel contesto degli anni dopo la guerra civile, quando la chiesa, di successo, il potere ha bisogno di ricostruire gran parte dei suoi templi, Bay è emerso come uno scultore di opere religiose molto apprezzati nelle regioni di Barcellona, facendo diversi interventi Barcellona, Granollers, Caldes de Montbui o Mollet del Valles. Nel 1953 il Museo d'Arte Moderna di Barcellona (presente MNAC) acquisisce La pettegola, premiato al comunale pozzo Esposizione di Barcellona. Sarebbe il primo di una serie di riconoscimenti che sarebbe arrivato nel corso di quel decennio, sia in Catalogna e internazionale. E 'stato anche in questo momento, quando gli fu commissionato un progetto ambizioso per creare la pala di San Esteban chiesa parrocchiale di Granollers, capitale lavoro nella sua carriera, che lo ha tenuto occupato per undici anni della sua vita.
Durante la sua carriera, Bay rappresenta sempre la bellezza femminile, artigianato e tradizioni e, in generale, la condizione umana, legno, pietra Ulldecona, argilla, bronzo o avorio. Gli ultimi anni della sua vita è stata dedicata al paesaggio pittorico, e ha iniziato molto giovane, quando aleggiava al di fuori del Mas Manolo attesa per il suo padrone. Con il paziente e la tecnica elaborata, Bay dotando le opere di un cromatismo vivace e la composizione razionale con una trasparenza fresca quasi impressionista.
Figlio prediletto di Caldes de Montbui Emendamento
Il Calderín pittore e scultore è stato nominato figlio prediletto di Villa Caldes de Montbui in una cerimonia il 21 marzo 2009. L'evento ha reso omaggio a tutta una condotta con onestà e perseveranza e, insieme con la vita artistica genio, è diventato baia di un amato e ammirato in tutta persona.
Poco dopo la consegna Bay il titolo di Figlio di Caldes de Montbui, uscì il lavoro di Sebastian Bay e Cerda, un lavoro che anche il Museo mostra con orgoglio e che è stato reso possibile da diversi gruppi e individui coinvolti: la famiglia Albert Badia e, naturalmente, la moglie, Rosa Viaplana; la Commissione Sebastián Bay; e gli individui che hanno assistito nel complesso processo di raccogliere risorse, le immagini e le informazioni necessarie per andare avanti con questa pubblicazione.
Chagrin a questa pubblicazione sul lavoro di artista nato Calderín Sebastian Bay Commissione, con l'obiettivo di porre l'artista nella posizione corretta nella storia dell'arte catalana. Nel 2009, il Comune e la Commissione hanno presentato questo libro intitolato Sebastian Bay e Cerdà, dove un riesame esaustivo fatto la sua pittura e la scultura percorso
Il libro raccoglie e cataloga il lavoro di Sebastián Bay con l'obiettivo di trovare una fonte comune e affidabile della sua carriera artistica. Si tratta quindi di un lavoro di informazione su una figura importante in catalano arte contemporanea. I testi sono firmati Albert Mercadé e Ramon Vilanova e fotografie di Jordi Serra, realizzata appositamente per l'editing del libro.
più lavoro significativo L'opera più importante firmato dallo scultore è la pala si può vedere visitando la Chiesa di Santo Stefano a Granollers (Barcellona). Questo lavoro fa lungo gigantesche 25 metri e dispone di 51 cifre che superano dimensioni naturali. Un Sebastian Bay è stata commissionata la costruzione della pala d'altare nel 1955 e consegnato nel 1966.
Proprio nel 1955 è stato uno dei più importanti per l'artista. Il suo lavoro d'inverno della Generalitat della Catalogna del Premio Sant Jordi nominare. Nello stesso anno, il Consiglio Provinciale di Barcellona ha dato la medaglia d'oro per meriti artistici.
Un altro lavoro che deve essere citato quando si parla della baia scultore è Cristo alla croce trovato nella Chiesa Arcipretale di Castelló d'Empúries (Girona). L'importanza di questo pezzo di misura 240 centimetri legno sta nel fatto che è stata la prima lavorazione del legno gigante dello scultore quando aveva solo 24 anni.
Inoltre, Bahia è stato un prolifico artista e un genio serena nelle sue creazioni che lo ha portato ad esporre l'intero stato e il mondo. Ha opere in MACBA; il Museo di Arte Contemporanea, Madrid; Granollers; Vilabertran, Girona e Caldes de Montbui.
Ha inoltre partecipato a mostre collettive a Barcellona, Madrid, Havana, Grenoble, Lione e Parigi, tra gli altri. Ha avuto mostre personali a Barcellona, Girona e Parigi, anche tra gli altri.
Ha anche opere in altre chiese e luoghi pubblici come le chiese del Pi, Barcellona; Figueres, Girona; Caldes de Montbui e Sant Sebastia Montmajor. Alte opere in spazi pubblici sono [4] Fonte del catalano (San Sebastian) e di maternità, la Verdaguer Giardini di Montjuïc (Barcelona). Pompiere Memorial (Barcelona), Altre città con le sue sculture per le strade sono La Pobla de Segur (Lleida), Sabadell, Barcellona e Caldes de Montbui (Barcelona)

Dettagli: 

Sebastià Badia i Cerdà
dal 12 maggio al 12 giugno 2016
Cortile Collegio dei Gesuiti

Informazioni
Info: 
Studio Barnum contemporary
Telefono: 
347 6390763

Location