Vintage Roots Festival

Link
Data: 
Martedì, 19 Giugno, 2018 - 15:00 to Domenica, 24 Giugno, 2018 - 23:00

Vintage Roots Festival
10ª edizione
dal 19 al 24 Giugno 2018
Inzago

Dettagli: 

Sofisticate come Peggy Lee o sensuali come Rita Hayworth, eleganti come Cary Grant o anticonformisti come il "selvaggio" Marlon Brando. Oppure semplicemente in jeans, camice a scacchi, gonne a ruota e ballerine, come i mitici protagonisti di Grease. Così vestiti si raduneranno, come ogni anno, gli appassionati del Vintage Roots Festival, l'appuntamento musicale più importante del Nord Italia dedicato alla musica e alla cultura dell'America degli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta.
Dal 19 al 24 giugno, Inzago, storica località del milanese, si riempirà di musica, colori e atmosfere del passato. Ricchissimo il programma dei concerti che ospiterà ben 21 artisti del panorama internazionale che si esibiranno sui tre palchi allestiti per l'occasione nel centro storico. Non mancheranno i tradizionali appuntamenti con l'American Car Contest, Miss Pin Up la Dance Competion "Jack & Jill" che quest'anno sarà affiancata dal primo 50's Jive Contest, i numerosi stage di ballo gratuiti e l'After Show di venerdì e sabato all'Aquaneva Park.
Ad arricchire l'atmosfera, nel week-end il vintage market con 50 espositori di moda, accessori e oggettistica, il Beauty Corner allestito per make-up e acconciature in stile anni '50, il Vintage Wedding Corner e numerose aree food & beverage.
Per la prima volta alla selezione di Miss Pin Up, a fare da madrina, Katia Follesa, la comica attrice di Zelig che per l'occasione si è anche prestata a girare un video messaggio di presentazione del Vintage Roots Festival. Domenica dal Main Stage, 15 concorrenti sfileranno con ironia interpretando il tema di quest'anno "Mestieri e Hobby da Pin Up".
Tra le altre novità, da venerdì a domenica, The Wall of Death, all'interno di un cilindro di legno largo 18 metri di diametro, spericolati motociclisti corrono sulle pareti esibendosi in acrobazie, aiutati dalla frizione e dalla forza centrifuga. Il pubblico, assiste alle evoluzioni dalla sommità delle pareti. Il Muro della Morte (The Wall of Death) è un'antica arte motociclistica che affonda le sue origini agli inizi del '900 negli Stati Uniti d'America.
Negli stessi giorni sarà attivo l'American Car Contest, l'esposizione di 15 auto americane pre '62, nel cortile del XVII secolo di Villa Facheris in Piazza Maggiore. La villa è concessa dallo storico main sponsor BCC Milano, la Banca Cooperativa nata il 1° luglio 2017 ma la sua storia risale nel 1953, con la fondazione della Cassa Rurale ed Artigiana di Carugate. Nell'ultimo decennio, attorno alla Banca carugatese confluiscono altre cooperative grazie a quattro successive incorporazioni: BCC Lissone, BCC Inzago, BCC Sesto San Giovanni e BCC Cernusco sul Naviglio. La Cooperativa conta 21.151 Soci e opera con 515 dipendenti e 56 sportelli in 124 comuni di 7 province lombarde (Milano, Monza e Brianza, Lodi, Como, Lecco, Cremona, Bergamo) e conta quasi oltre 90 mila clienti residenti nel suo ampio territorio di competenza.
L'Hawaiian Party del sabato pomeriggio, sarà sostituito da una numerosa programmazione di stage di ballo gratuiti (50's Jive, Boogie Woogie e Lindy Hop) solitamente in programma la domenica. Per questa speciale edizione si vedrà realizzato il primo 50' Jive Contest, una preparata giuria osserverà le coppie di ballerini che si sfideranno in una gara di ballo.
Nella stessa giornata, non mancherà l'appuntamento con la Dance Competition "Jack & Jill", gara di ballo in cui i concorrenti si metteranno alla prova con esibizioni a sorpresa presso il Cogeser Jumpin' Stage.
Questo spazio è nato 8 anni fa, grazie al main sponsor Cogeser Energia, una delle quattro società che costituiscono il Gruppo Cogeser. Il Gruppo Cogeser, azienda partecipata da 8 Comuni (Melzo, Pioltello, Gorgonzola, Inzago, Bellinzago Lombardo, Vignate, Liscate e Truccazzano), con sede a Melzo, fin dalla sua nascita, nel 1986, ha operato nel campo dell'energia. Nel 2016 ha festeggiato i 30 anni di esperienza al servizio degli abitanti della Martesana, con un'offerta completa, che spazia dal gas all'energia elettrica, dalla cogenerazione con teleriscaldamento allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Cogeser si propone come la multiutility locale per l'Est milanese, un'azienda, nata in Martesana, che si è modellata su questo territorio e sui suoi valori: efficienza, attenzione al risparmio, spirito imprenditoriale. Rispetto ai grandi player non radicati sul territorio, Cogeser coltiva il contatto e il rapporto di fiducia con i soci e con i clienti, anche supportando economicamente numerose attività culturali, sportive e di natura aggregativa. Oggi il Gruppo conta 58.000 clienti e 9 Cogeser Point (8 in Martesana e 1 in Milano città), attraverso i quali clienti e non clienti possono chiedere informazioni e consigli a personale disponibile e preparato.
A prendere posto del tradizionale concerto di chiusura in piazza Maggiore, il Vintage Roots Rock'n Roll Review, gli artisti più di rilievo che hanno animato il Festival in questi dieci anni si esibiranno in una sensazionale rassegna accompagnati dai fantastici "Jumpin'up".
Gli Activity Partners, Cem Ambiente, Comune di Inzago, Gruppo Netweek e Pro Loco Inzago hanno confermato la loro adesione e per questa edizione si è unito anche Ecomuseo della Martesana.
Grazie al Patrocinio del Comune di Inzago e con il sostegno della Polizia Locale e della Protezione Civile, il Comune sarà impegnato in prima linea per garantire la sicurezza e la viabilità ordinaria in attesa di centinaia di visitatori che animeranno le vie del centro. L'azione del Comune a favore della manifestazione proseguirà con la concessione a titolo gratuito del suolo pubblico e degli impianti elettrici comunali, insieme al servizio di pulizia dell'area al termine di ciascuna serata.
Rinnovata la partecipazione di Pro Loco Inzago, sempre molto attiva sul territorio, darà il suo supporto nel coordinamento dei volontari e nell'allestimento di stand, palchi e tensostrutture per tutta la durata del Festival e sarà presente in prima linea con il proprio stand di Food & Beverage nei pressi del Main Stage.
Fondamentale il contributo del Comune di Inzago e della Pro Loco, fattivamente operativi e uniti per svolgere attività di promozione e valorizzazione del territorio attraverso la diffusione del patrimonio artistico-culturale e ambientale a sostegno delle attività sociali della comunità. A rinforzare la squadra degli Activity Partners l'Ecomuseo della Martesana, Associazione culturale di valorizzazione delle attrattività del territorio Adda-Martesana-Milano Est, nata a maggio 2017 con sede a Gessate in Villa Daccò. L'Ecomuseo Martesana, riscopre, documenta e valorizza le attrattività presenti nel nostro territorio. Ad oggi conta su una cinquantina di adesioni tra cui 13 Comuni, 1 Unione fra 4 Comuni, 20 Associazioni, 4 istituti scolastici, 4 portatori d'interesse e una decina di persone singole.
Per il secondo anno al Vintage Roots Festival si "differenzia" sempre di piu', grazie alla rinnovata collaborazione con Cem Ambiente, la società di Cavenago e Brianza che si occupa della gestione dei rifiuti su 60 comuni delle province di Milano, di Monza e Brianza, di Lodi e di Inzago.
Nei pressi delle aree di ristoro verranno creati punti di raccolta specifici per consentire a tutti, ristoratori e pubblico, di effettuare una corretta raccolta delle diverse tipologie di rifiuti prodotti. In tutto ci saranno 23 punti di raccolta, di cui 20 completi (carta, plastica, indifferenziato e umido) e 3 generici con un totale di 89 bidoni. Ogni bidone sarà di colore diverso e personalizzato con l'indicazione del rifiuto da raccogliere. Oltre ai tanti manifesti che spiegheranno come differenziare, ci sarà anche la presenza itinerante di alcuni volontari a dare informazioni.
A sostegno del Festival anche il Gruppo Netweek, il primo circuito di media locali in Italia, con 67 testate locali, 29 quotidiani online e 640.750 copie settimanali. Il Gruppo ha offerto, al Vintage Roots Festival, diverse uscite pubblicitarie sui periodici Gazzetta dell'Adda, Gazzetta della Martesana e banner interattivi sul loro sito.
Il Vintage Roots Festival nasce nel 2008 da un'idea di Davide Bianchi e Savino Raguseo e prende il nome dal titolo di un demo realizzato da Davide Bianchi e Max Pierini, entrambi musicisti dei Mad Tubes. Nel 2009 Bianchi, Raguseo e Vimercati organizzano il primo Vintage Roots Festival. Nel 2010 creano l'Associazione Culturale Vintage Roots, oggi costituita da 23 soci, con lo scopo di diffondere e promuovere la cultura, la musica e il life-style dell'America dagli anni '30 agli anni '50, anche attraverso altri progetti come: Vintage Roots Record, Vintage Roots Educational, Vintage Roots Dance School e Vintage Wedding.
Ad oggi a sostegno dell'Associazione Culturale Vintage Roots si ringraziano i numerosi volontari, gli Activity Partners, gli Sponsor e i Main Sponsor, BCC Milano, Cogeser Energia, G&B Connect e Gruppo Netweek.

Location