Derek MF Di Fabio "Galla"

Link
Data: 
Martedì, 9 Luglio, 2019 - 18:00 to Venerdì, 9 Agosto, 2019 - 13:00
Tipo: 
Mostra

"Galla"
di Derek MF Di Fabio

Derek MF Di Fabio Here Derek (Milano, 1987. Vive e lavora tra Berlino e Perdaxius) è il secondo artista invitato a L’AscensoreOFF, il programma pubblico di L’Ascensore, a cura di Valentina Sansone.

Il bici tuning è un fenomeno urbano, tipicamente locale. L’assemblaggio di speaker e impianti su biciclette genera oggetti ibridi, che riproducono il suono ad altissimo volume sul mezzo fermo o in movimento. Questa forma di artigianato, che ha trovato seguito soprattutto fra i più giovani, mescola la tradizione meccanica a un immaginario e a una tecnologia contemporanei. Il bici tuning non porta avanti una ricerca sul design o sulla qualità del suono. Si distingue per le dinamiche di aggregazione che, in più di dieci anni, hanno permesso a questo fenomeno di espandersi, senza mai radicarsi altrove, e per le modalità di creazione di una forma di espressione totalmente libera, attraverso un rituale di appropriazione inedito e moderno.

Nella duplice location di L’Ascensore e, straordinariamente, presso la sede del Museo di Zoologia “Pietro Doderlein” a Palermo, Di Fabio presenta una serie di nuove opere realizzate appositamente per questa occasione. Il progetto dell’artista per L’AscensoreOFF consiste in un’installazione site-specific nella galleria L’Ascensore in Vicolo Niscemi; due sculture progettate in collaborazione con il bici tuner palermitano Giuseppe Varia, in mostra al Museo di Zoologia “Doderlein”; e un intervento in rete: la diffusione online di una scansione 3D, in collaborazione con FABLAB Palermo e il Museo di Zoologia “Doderlein”.

GALLA è il risultato di una ricerca che l’artista ha portato avanti nel corso di uno scambio sui materiali e sulle tecniche più diffuse dai bici tuner per la personalizzazione delle loro creazioni. L’intento è quello di soffermarsi sul processo di produzione, parte di un fenomeno che si sta lentamente estinguendo. La scelta dei materiali e dei dettagli contribuisce a dare forma a uno spazio privato, che è proiettato nello spazio pubblico come conseguenza di un’accelerazione prodotta dal movimento e dal suono ad altissimo volume.

La realizzazione degli oggetti in mostra presso il Museo di Zoologia “Doderlein” ha previsto una fase di co-progettazione che ha fatto seguito a una serie di indagini e conversazioni sul territorio. L’intervento dell’artista ha incontrato l’iniziativa dei bici tuner, e viceversa. Le due sculture che nascono da questa collaborazione sono immaginate per un futuro indeterminato, dove i dettagli della bicicletta si fondono in un corpo organico, scatenando un cortocircuito nello spazio del Museo. Al contrario delle opere futuristiche di Di Fabio, infatti, la collezione di zoologia è conservata in teche e arredi originali del XIX secolo, nello stile tradizionale di una Wunderkammer ottocentesca.

Proprio in alcuni dei reperti custoditi nelle teche e nelle vetrine del Museo, l’artista ha individuato casi di specie estinte nel territorio siciliano. I banchi di pesci mostrano bocche feroci e fameliche, immobilizzate e rese innocue dalla scomparsa della specie e dal particolare trattamento chimico che li ha sospesi in un tempo indefinito.

Nello spazio in Vicolo Niscemi, l’artista ha realizzato un’installazione ambientale, che si ispira alle specie nella collezione di Pietro Doderlein. A partire da una serie di fotografie dell’artista, i dettagli immortalati generano nuove creature che animano le opere: una combinazione di stampe su supporti di tessuto e oggetti di uso comune.

Di Fabio non si limita a entrare nello spazio di una galleria o nella dimensione pubblica di un museo universitario cittadino. Per un periodo limitato, contemporaneamente sui siti web di L’Ascensore, il Museo di Zoologia “Doderlein” e di Goethe-Institut Palermo, l’artista alimenta un circuito nuovo, che viaggia esclusivamente in rete e accede a una dimensione che, per sua stessa natura, privilegia la creazione di uno spazio condiviso.

GALLA mette al centro di questo progetto un fenomeno urbano per indagare forme di aggregazione e modalità di appropriazione attraverso azioni nello spazio pubblico. Si interroga sulle possibili alternative alla mobilità locale, per un’economia favorevole a riuso, riciclo e sostenibilità ambientale.

Il lavoro di Derek MF Di Fabio include scenografie, spesso attivate da workshop, sculture, installazioni e azioni. La pratica del lavoro nello studio dell’artista è completata da processi che spesso si trasformano in incontri pubblici. Di Fabio (*1987) vive e lavora da diversi anni a Berlino, dove è stato invitato a mostre personali e collettive presso la galleria Dzialdov e Duve tra le altre. Ha inoltre esposto in spazi no-profit, musei e istituzioni in Germania e all’estero. Ha lavorato per diversi anni con la fashion designer Isa Griese sotto il nome di 2008daughters. Dal 2014, fa parte di Cherimus, un’associazione fondata nel 2007. Il gruppo partecipa, attraverso l’arte contemporanea, allo sviluppo del patrimonio sociale e culturale del Sulcis Iglesiente (Sardegna), che apre a paesi lontani attraverso progetti di cooperazione internazionale tesi a rivitalizzare e trasformare la sua specificità territoriale.

Il Museo di Zoologia “Pietro Doderlein” per la ricerca zoologica e la diffusione della cultura scientifica è stato fondato dal Prof. Doderlein nel 1862. La collezione del Museo, e la sua sede attuale, sono aperti al pubblico dal 2009. La collezione si compone di oltre 5000 esemplari –pesci, rettili e anfibi, mammiferi, uccelli, invertebrati, scheletri, crani e organi interni. Alcuni di questi hanno grande rilevanza scientifica perché appartenenti a specie estinte in Sicilia. La collezione contribuisce significativamente alla comprensione della diversità animale e dell’evoluzione biologica e pone in risalto necessità della conservazione degli ambienti naturali. Il Museo, importante punto di riferimento della cultura scientifica e centro di studio e conservazione del materiale zoologico siciliano e mediterraneo, per la sua particolare strutturazione, regala ai visitatori la stessa atmosfera in cui operavano gli studiosi di Zoologia nella seconda metà dell’Ottocento.

Derek MF Di Fabio
GALLA
dal 10 luglio al 9 agosto 2019
Inaugurazione: martedì 9 luglio, dalle 18 alle 21

L’Ascensore, Vicolo Niscemi 8, Palermo
La mostra è visitabile su appuntamento. Per prenotazioni e info: lascensorepalermo@gmail.com. Ingresso gratuito
Museo di Zoologia “Pietro Doderlein”, Sistema Museale d’Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo, Via Archirafi 16, Palermo Orari di apertura: Da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 13. Lunedì chiuso.
Costo del biglietto: 3,00 €. Ingresso gratuito per 65+, bambini fino ai 4 anni, studenti UNIPA della Scuola di Scienze di Base e Applicate e forze dell’ordine. Ridotto: 2,50 €

Location