"Sinfonie per fiati"

Data: 
Giovedì, 23 Maggio, 2019 - 20:30

Ultimi due appuntamenti prima della chiusura estiva per il Teatro Auditorium Unical.

In programma Giovedì 23 maggio alle 20.30 "Sinfonie per fiati", un evento straordinario per vedere dal vivo in esclusiva regionale: I FIATI DI PARMA prestigiosa e unica Orchestra da camera stabile italiana di strumenti a fiato.
L'ensemble nato nel 1990 su iniziativa dell'attuale direttore Claudio Paradiso è costituito dai migliori strumentisti che offre il panorama concertistico italiano e portano il nome di Parma, città di grandi tradizioni musicali (Besozzi, Bolzoni, Dacci, Ghezzi, Frazzi, Furlotti, Paer, Pizzetti, Savi, Toscanini, Verdi) da cui provengono per formazione artistica e didattica molti componenti e in cui l'Orchestra tenne le prime prove.
Componenti dell'Orchestra sono o sono state le prime parti delle più importanti Orchestre sinfoniche e da camera: Orchestra Nazionale della RAI di Torino, Wiener Symphoniker Orchester (Austria), Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma, Forsvarets Distriktmusikkorps Østlandet di Halden (Norvegia), Orchestra Sinfonica Santa Cecilia di Roma, Orchestre de Paris (Francia), Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra del Teatro Massimo di Palermo, Orchestra del Teatro Bellini di Catania, Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti Veneti ecc.
Tutti musicisti pregevoli che vantano una solida esperienza cameristica e si cimenteranno con un repertorio che spazia da Donizetti a Mabellini e Raff.

Chiusura infine il 3 giugno con il TRIO MARSILI composto da Pino Murano al violino, Valeria Carnicelli al violoncello e Antonella Calvelli al pianoforte.
La formazione che nasce a Cosenza nel 2006, svolge da subito un'intensa attività esibendosi per importanti associazioni concertistiche. Ha nel suo repertorio musiche di F.Joseph Haydn, Ludwig van Beethoven, Franz Schubert, Felix Mendelssohn, Robert Schumann, Fryderyk Chopin, Johannes Brahms, Gabriel Fauré, Giuseppe Martucci, Claude Debussy, Maurice Ravel, Joaquin Turina, Alfredo Casella, Franco Margola.
Pino Murano si è diplomato in violino presso il Conservatorio di Musica S. Giacomantonio di Cosenza con il M° E. Lappano. Ha frequentato i corsi di formazione orchestrale e cameristica presso la Scuola di Musica di Fiesole, sotto la direzione di maestri di fama internazionale, G. Sinopoli, L. Berio, V. Globocar. In seguito ha proseguito gli studi con i maestri: C. Romano, P. Chiavacci, L. De Filippi, M. Tortorelli, G. Borrelli, G. Mönch, S. Meo, B. Canino, C. Bruni, A. Persichilli, M. Angius. Collabora con importanti Orchestre da Camera e Lirico-Sinfoniche. Svolge un'intensa attività concertistica in diverse formazioni cameristiche. Presso il Conservatorio di Cosenza ha conseguito il Diploma accademico di secondo livello in Musica da camera col massimo dei voti e l'abilitazione per l'insegnamento dello Strumento Musicale "Violino". Collabora inoltre come primo violino in varie formazioni per la realizzazione di opere inedite di compositori e registi contemporanei. Ama spaziare dalla musica classica al rock, infatti è tra i fondatori del gruppo musicale etno-rock Peppa Marriti Band che ha la peculiarità di cantare in lingua Arbëreshë (albanese arcaico) al fine di tutelare e preservare la tradizione etno-linguistica presente nelle varie comunità italiane dal 1400. Numerosi i concerti e le tournée nazionali ed internazionali, ha all'attivo tre CD e un libro. Dal 2006, con la violoncellista Valeria Carnicelli e la pianista Antonella Calvelli, è componente del Trio Marsili. È docente di violino presso l'I.C. G. Pucciano di Bisignano (Cs).

Valeria Carnicelli si è diplomata col massimo dei voti al Conservatorio B. Marcello di Venezia sotto la guida del M° A. Vendramelli. Ha seguito corsi di perfezionamento per il repertorio violoncellistico con i maestri A. Baldovino, G. Caramia, E. Flaksman, per quello cameristico con il Trio di Trieste e il Trio Čajkovskij presso la Scuola di Musica di Fiesole e l'Accademia di Portogruaro. Particolarmente illuminante, per quanto riguarda l'aspetto didattico, l'incontro col violinista G. Mönch. Ha collaborato con l'Orchestra della RAI di Torino e l'Orchestra Sinfonica Siciliana. E' componente del Trio Solaris (clarinetto, violoncello e pianoforte) e del Trio Marsili (violino, violoncello e pianoforte); si esibisce in duo con la pianista Tatiana Malguina. Vincitrice di concorso è docente di violoncello presso il Conservatorio di Cosenza.

Antonella Calvelli ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio S. Giacomantonio di Cosenza, conseguendo il diploma di pianoforte a 18 anni con il massimo dei voti e la lode sotto la guida di Maria Marano. Successivamente ha perfezionato i suoi studi con Rodolfo Caporali, Anna Maria Pennella e, per il repertorio cameristico, con Riccardo Brengola. Ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali tra i quali: Alfonso Rendano (1984), Città di Treviso (1986), Isaac Albeniz (1988), Domenico Scarlatti (1989), Città di Marsala (1989), Alberto Mozzati (1990). Ha inciso per la RCA italiana. Svolge intensa attività concertistica da solista e in diverse formazioni cameristiche. Dal 2006, con il violinista Pino Murano e la violoncellista Valeria Carnicelli, è componente del Trio Marsili, impegnato prevalentemente nel repertorio del Novecento. La Commissione Cultura del Comune di Cosenza le ha tributato un importante riconoscimento consegnandole un premio riservato alle eccellenze espresse dal territorio. Dal 1983 è docente di pianoforte presso il Conservatorio di Cosenza; nella stessa istituzione dal 1° novembre 2010 al 31 ottobre 2016 ha ricoperto la carica di Direttore.

Location