Milano Film Festival

Link
Data: 
Giovedì, 28 Settembre, 2017 - 08:00 to Domenica, 8 Ottobre, 2017 - 23:00

Milano Film Festival
Season 22
28 settembre - 8 ottobre 2017

Dettagli: 

È tempo di Milano Film Festival, da giovedì 28 settembre a domenica 8 ottobre. Il Festival è promosso dal Comune di Milano - Assessorato alla Cultura e realizzato in collaborazione con Gruppo CAP, storico partner della manifestazione, e un nuovo partner d'eccezione, Fastweb Digital Academy.
Il Festival animerà per undici giorni il distretto Tortona tra BASE Milano, MUDEC e Cinema Ducale con proiezioni, anteprime italiane, rassegne, incontri, mostre, serate musicali e altri eventi speciali.
Cuore del programma sarà il concorso lungometraggi: otto opere prime e seconde presentate in anteprima italiana e girate da registi provenienti da tutto il mondo - alla ricerca di chi osa di più. In giuria quest'anno un tris di assi: Abel Ferrara, a Venezia con "Piazza Vittorio", Rinaldo Censi, critico indipendente e curatore della retrospettiva dell'ultimo Festival di Locarno e Monika Willi, regista e montatrice.
Torna il concorso cortometraggi, 41 film brevi girati da giovani registi, esclusivamente under 40. A giudicare i cortometraggi una commissione composta dai rappresentanti della Cineteca Italiana di Milano che, proprio quest'anno, festeggia i suoi 70 anni.
Tra le novità di quest'anno, oltre alle tante anteprime dei film in concorso e fuori concorso - tra le quali England is Mine di Mark Gill, Manifesto di Julian Rosenfeldt con Cate Blanchett, Columbus di Kogonada -, due mostre con ingresso gratuito negli spazi di BASE Milano: "NOI", una video installazione multischermo che ripercorre gli anni delle rivolte studentesche tra il '67 e il '77 a Milano con i filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano e "Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964", mostra fotografica che scandaglia l'archeologia del set di Antonioni che inaugurerà il 29 settembre con una performance musicale firmata da Boosta. Nella mostra anche un ciclorama che include i vari Falsiritorni rifilmati da Enrico Ghezzi.
Confermati gli storici appuntamenti del Festival: COLPE DI STATO, la rassegna dedicata al documentario politico; AUDIOVISIVA, che propone eventi costruiti sulle sinergie tra musica, arte e nuove tecnologie; DEBUT, una serie di appuntamenti pensati per chi vuole entrare nel cinema scoprendone le professionalità; la storica maratona di animazione, una lunga notte di corti animati d'autore, come
sempre di lunedì; VideoEspanso, l'esplorazione delle nuove traiettorie dei video musicali e il Milano Film Festivalino con tanti appuntamenti per i più piccoli tra BASE e Cascina Cuccagna.
Prosegue inoltre con successo l'iniziativa "Adotta un regista", che permette ai milanesi di ospitare un regista del Festival a casa propria, offrendo occasioni di incontri e scambi culturali.

PROGRAMMA
Al centro del programma il CONCORSO LUNGOMETRAGGI, aperto solo a opere prime e seconde di registi provenienti da ogni parte del mondo, tutte in anteprima italiana, cui si affiancherà il tradizionale CONCORSO CORTOMETRAGGI, riservato a registi under 40.
Tante le novità della ventiduesima stagione a partire dall'anteprima italiana del film evento in concorso, England is Mine, il primo biopic dedicato alla vita di Morrissey, frontman e fondatore dei The Smiths diretto da Mark Gill. Fuori concorso, Manifesto di Julian Rosenfeldt che, dopo essere stato presentato nei maggiori centri d'arte contemporanea del mondo come video installazione, propone sul grande schermo 13 monologhi recitati da Cate Blanchett ricavati dai testi dei più celebri manifesti artistici del Novecento.
Perla della fiction recente, candidata all'Oscar e mai distribuita in Italia, è XXth Century Women di Mike Mills con Annette Benning (presidente di giuria all'ultimo Festival del Cinema di Venezia). Il film, fuori concorso, ricostruisce un momento chiave nella crescita del femminismo, gli anni Settanta. Un'anteprima italiana realizzata in collaborazione con Park Circus, che lavora ai restauri digitali di centinaia di titoli e che sarà protagonista di un incontro.
Sempre nel fuori concorso, l'anteprima italiana di Columbus, fiction presentata al Sundance, prodotta da due milanesi e opera prima di uno dei più celebri tra i realizzatori di video saggi dedicati al cinema, da Wes Anderson a Kubrick, il coreano e statunitense Kogonada. Un film sul rapporto tra genitori e figli e sullo spazio delle relazioni, celebrate nell'ambientazione del film: Columbus, in Indiana, dove i più grandi architetti modernisti - Eero Saarinen, I.M. Pei, Richard Meier - hanno creato edifici.
Tra i documentari fuori concorso Cassette, che offre uno sguardo ammirato al mondo dell'audiocassetta, supporto capace di riscrivere - su nastro - la storia della musica contemporanea, influenzando punk e rap. In più, Tony Conrad. Completely in the present che racconta la vita di uno degli artisti più eclettici di fine secolo, fonte d'ispirazione per i Velvet Undergroud, pioniere del minimalismo musicale e filmmaker visionario. Fame è invece il docufilm che segue la nascita e la precoce fine del festival di street art che è entrato a pieno titolo nel mito dell'arte urbana: il Fame Festival. Vicino per temi è infine Girl Power, documentario ceco sulle donne graffitare e la street art.

RASSEGNE
Dopo The Animation Slot, la settimana di giugno dedicata al cinema d'animazione, il festival prosegue il suo affondo nel cinema disegnato: riconfermata anche per ottobre la tradizionale maratona di animazione, figlia di una ricerca sempre più attenta e personale nella scena indipendente del cinema d'animazione.
La rassegna Colpe di Stato, sul documentario politico, ritorna con una formula concentrata in tre appuntamenti. Una giornata è dedicata a chi sfrutta l'Italia e la colonizza dall'interno, tra mafie e taciti accordi. Tra i film in anteprima italiana: Untitled di Michael Glawogger e Monika Willi, un racconto sul tema del viaggio e delle migrazioni forzate, frutto di anni riprese tra i Balcani, l'Italia, il Nord e l'Ovest dell'Africa. Glawogger è morto per la malaria contratta poco prima delle riprese e Monika Willi ha montato il materiale creando un affresco della crisi nel Mediterraneo.
Ritorna per il secondo anno DEBUT, un vero corso di formazione, per giovani e non solo, fatto di appuntamenti pensati per chi vuole entrare nel cinema scoprendone le professionalità. Tra gli ospiti si segnalano: Robero Cicutto, presidente di Istituto Luce Cinecittà, che interviene sulla distribuzione e il destino dei più celebri teatri di posa italiani, Jack Bell del distributore inglese Park Circus, tra i più grandi del mondo, che racconterà il lavoro di trasferimento in digitale dei classici in pellicola, i registi americani Justin Benson e Aaron Moorhead che racconteranno come produrre un horror a basso costo partendo dal loro The Endless, in anteprima italiana dopo essere stato presentato al Tribeca Film Festival.
Novità del festival The Meeting Pot, una rassegna cinematografica realizzata dagli studenti delle scuole superiori sul tema delle seconde generazioni, realizzata in collaborazione con BASE Milano e con il sostegno di SIAE "S'illumina - Copia privata per i giovani, per la cultura" e MiBACT. Tra le opere della rassegna si segnalano East is East di Damien O'Donnell e Il fondamentalista riluttante di Mira Nair.
Non mancherà inoltre l'appuntamento con il Milano Film Festivalino, una serie di eventi dedicati a famiglie e bambini, che quest'anno si terrà tra la cornice verde di Cascina Cuccagna e gli spazi di BASE. In più, VideoEspanso - l'esplorazione delle traiettorie dei video musicali che quest'anno attraversa il confine della politica, con il gioco di ruolo burattinesco e tuttavia reale Trump vs Kim Jong-un e la nuova deriva razzista che investe le città americane ed europee. Anche quest'anno, poi, la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti festeggia la chiusura dell'anno appena concluso - e di quello che ancora deve iniziare - con i suoi studenti, vecchi e nuovi, il 5 ottobre a BASE Milano.

MOSTRE ED EVENTI

NOI, dal '67 al '77
BASE Milano, dal 28 settembre all'8 ottobre, ingresso gratuito
Per tutta la durata di Milano Film Festival a BASE Milano sarà possibile visitare NOI, una mostra di videoinstallazioni curata da Alberto Saibene, Alberica Archinto e Ranuccio Sodi che indaga il tema della rivoluzione attraverso proiezioni, installazioni e happening.
Partendo dai filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano - tra le prime realtà a proporre controinformazione - lo spettatore verrà accompagnato nello spazio e nel tempo della militanza degli anni tra il '67 e il '77. Inaugurazione il 1 ottobre con una proiezione happening lunga tutta la notte.

"Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964".
BASE Milano, dal 29 settembre all'8 ottobre, ingresso gratuito
A partire dal 29 settembre, sempre a BASE Milano, a cura di ETICAARTE e Istituto LUCE Cinecittà, con la collaborazione di Archivio Storico Enrico Appetito e Sandro Bernardi, Milano Film Festival ospita la mostra fotografica "Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964". Una mostra che scandaglia l'archeologia dei set di Michelangelo Antonioni attraverso le fotografie di Enrico Appetito, fotografo di scena per L'avventura e Il deserto rosso. Le fotografie verranno allestite negli spazi del Festival
accanto a un ciclorama installato per l'occasione, che accoglierà la proiezione-installazione del "filmosofema" di Emiliano Montanari (con la collaborazione di Enrico Ghezzi) "return to white EYELAND (dall'oltrecinema)" che include "Inserto girato a Lisca Bianca", il film breve realizzato da Michelangelo Antonioni al ritorno sull'isola set del suo film L'avventura e l'Archeologia del set e i vari Falsiritorni rifilmati da Enrico Ghezzi sul set medesimo. Il ciclorama è ideato, progettato e realizzato con la collaborazione di Makinarium e grazie al supporto di Istituto Luce e Rai Teche.

Concerto-evento a cura di Boosta dal titolo "Attraverso il deserto, il Deserto Rosso"
BASE Milano, venerdì 29 settembre, ore 22:00, costo 5,00 euro
La sera del 29 settembre, in occasione del 105° anniversario della nascita di Antonioni, a BASE si terrà inoltre un concerto-evento a cura di Boosta dal titolo "Attraverso il deserto, il Deserto Rosso" una colonna sonora sporca, suonata dal vivo, che attraversa le immagini e le voci di un capolavoro mai dimenticato. L'evento è organizzato dalla Nazionale Cantanti che devolverà i proventi della serata a Greenpeace Italia.

Audiovisiva - Gioventù Musicale d'Italia
BASE Milano, mercoledì 4 ottobre, ore 20:30, costo 5,00 euro
Grazie alla collaborazione con Gioventù Musicale d'Italia, il 4 ottobre Milano Film Festival ospita una serata dedicata alla musica contemporanea: un ensemble per clarinetto, flauto, viola, violoncello, percussioni, arpa e voce (tutti giovani musicisti) suonerà dal vivo le musiche di Carlo Ciceri e Luciano Berio. Vincent Moon, l'artista e videomaker che ha dato vita a la Blogothèque, il blog che ha reinventato la comunicazione video in musica, accompagnerà la performance con un'improvvisazione visuale figlia della sua ricerca nel primordiale e nell'archetipico. Questo il primo appuntamento di Audiovisiva, lo storico format di esterni che prevede un programma di concerti ed eventi dedicati a tutte le interazioni possibili tra musica, arte e nuove tecnologie.

Location